Allinea i valori aziendali alle politiche europee se vuoi essere parte di un progetto europeo

In tempi di PNRR capita spesso di confrontarsi con professionisti e imprese su cosa significhi presentare un progetto europeo, tema di cui si sente tanto parlare. 

Una delle mie prime risposte è ad esempio “significa allineare l’azienda alle politiche europee, non per fini di lucro ma per sostenere e svilupparne le politiche”.

Al tempo stesso si traduce nell’implementare nelle proprie imprese progetti e azioni con cui prima o poi, nel proprio settore, dovranno confrontarsi.

Per  aziende che normalmente operano con finalità esclusivamente commerciali è un cambio di mentalità e approccio sia culturale sia pratico.

Per tale ragione non consiglio mai a nessuna azienda di impegnarsi in un progetto europeo se non hanno consapevolezza di dove vogliano andare e ritengo necessaria  una formazione interna profonda nel settore individuando referenti capaci di saperne sviluppare e comprendere confini e finalità sia in senso pratico che culturale.

Una azienda che intenda presentare un progetto europeo ha sia aspetti pratici da preparare sia aspetti culturali da apprendere come conoscere le politiche europee,  come queste impattino e lo scenario previsto nei prossimi 7 anni. Dovrà avere uno staff preparato a rapportarsi con la Commissione Europea, nonché documentazione appropriata, dovrà in altre parole dedicarcisi in modo completo e pieno se intende perseguirne obiettivi operativi, nonché sapere fare rete in Europa, comprendere come farlo e come crescere in Europa. E’ un percorso e non la motivazione non può essere solo  un bando europeo. 

Scrivere ma soprattutto pensare dei progetti europei è aprire ad una nuova mentalità appassionante e stimolante che necessita impegno e competenze.

In tempi di PNRR, di piani europei e di nuova programmazione diviene pertanto una risorsa importante il saper scrivere un progetto europeo, ma il progetto  non è solo un progetto in sé è un orientamento di un percorso, è un saper migliorare la propria professionalità in un settore di respiro internazionale, in un clima culturale europeo che valorizza le relazioni, le differenze culturali e ci fa sentire parte di un contesto e non puoi farlo solo pensando che vuoi accedere a dei fondi, devi acquisire una metodologia che coinvolge tanti e tali attori che significa mettere la tua azienda in una posizione diversa non più solo commerciale ma per lo più dandole una connotazione istituzionale. Ridefinendone mission e visione.  E’ pertanto necessario formarsi non solo come persone ma anche come valori aziendali se si intende investire nella progettazione europea.

Ines Caloisi

@inescaloisi

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
EnglishItalian