La carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea : prima call dedicata

Scadenza 24/2/2022

Nell’ambito del programma CERV una nuova call dedicata e specifica sulla Carta dei Diritti Fondamentali dell’UE

La carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea approvata dal Parlamento europeo nel novembre 2000 enuncia i diritti civili, politici, economici e sociali dei Cittadini europei e di tutte le persone che vivono sul territorio dell’Unione. Si compone di 54 articoli e di un preambolo, in cui sono richiamati i valori spirituali e morali dell’UE.

Il 1° dicembre 2009, la Carta è diventata giuridicamente vincolante. L’articolo 6, paragrafo 1, del trattato sull’Unione europea (TUE) in cui si specifica che “l’Unione riconosce i diritti, le libertà ed i principi sanciti nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea che ha lo stesso valore giuridico dei trattati”. La Carta, pertanto, rientra nel diritto primario dell’Unione europea; in quanto tale, funge da parametro per esaminare la validità del diritto secondario dell’UE e delle misure nazionali.

Per la prima volta, la Commissione mette a disposizione 2 milioni di euro per progetti sulla Carta dell’UE e su controversie strategiche. I destinatari specifici sono le organizzazioni della società civile, le istituzioni nazionali per i diritti umani, gli organismi per l’uguaglianza e le istituzioni dei mediatori.

Proclamata 20 anni fa e legalmente vincolante dal 2009, la Carta dei diritti fondamentali dell’UE (“la Carta”) è stata un salto di qualità per l’integrazione europea. Ha riaffermato che l’UE è costruita sui diritti fondamentali, la democrazia e lo stato di diritto. La Carta sancisce i diritti fondamentali di cui tutti nell’UE dovrebbero beneficiare.

In tale contesto l’UE, consapevole anche della scarsa consapevolezza della Carta dei Diritti fondamentali tra i Cittadini Europei ha da poco pubblicato una call pubblica nell’ambito del programma “ASYLUM MIGRATION AND INTEGRATION FUND (AMIF)” con scadenza 24 febbraio 2022.

Come evidenziato nella Strategia della Carta dell’UE, i titolari dei diritti devono essere consapevoli dei loro diritti e hanno bisogno di aiuto per ricevere una protezione giudiziaria efficace nel caso in cui i loro diritti fondamentali siano stati violati. I contenziosi strategici sono fondamentali per favorire la promozione e la protezione dei diritti della Carta e hanno bisogno di sostegno per rafforzare le loro capacità e conoscenze specialistiche sulla Carta e su come sviluppare un approccio strategico ai casi. In questo contesto, il sostegno e l’assistenza alle vittime fornito dalle organizzazioni della società civile, dalle istituzioni nazionali per i diritti umani e dagli Equality Bodies è strumentale.

Sviluppo delle capacità e sensibilizzazione sulla Carta dei diritti fondamentali dell’UE – Per contribuire all’applicazione efficace e coerente della Carta dei diritti fondamentali dell’UE (la Carta), in linea con la strategia per rafforzare l’applicazione della Carta nell’UE e promuovere una cultura dei diritti fondamentali negli Stati membri.
Attività sul contenzioso strategico – Rafforzare le conoscenze e la capacità dei professionisti, degli operatori del diritto, delle organizzazioni della società civile e degli organismi indipendenti per i diritti umani di impegnarsi efficacemente nelle pratiche di contenzioso a livello nazionale ed europeo, e migliorare l’accesso alla giustizia e l’applicazione dei diritti previsti dal diritto dell’UE, compresa la Carta, attraverso la formazione, la condivisione delle conoscenze e lo scambio di buone pratiche.

Tale scelta si inserisce nell’ambito della EU CHARTER STRATEGY .

Le proposte progettuali possono
1) essere Nazionali o transnazionale
2) essere presentato da un consorzio (2 o più) o da un singolo candidato

E non devono essere inferiori a 75.000 euro.

Budget disponibile 2000000 di euro.

Info qui

Linee guida

Ines Caloisi

@inescaloisi

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
EnglishItalian