“We need nature in our lives” : la strategia europea 2030 per proteggere la biodiversità

Abbiamo bisogno della natura nella nostra vita. Da questo presupposto reso ancor più visibile dalla crisi pandemica COVID-19 si rende ancora più urgente la necessità di proteggere e ripristinare la natura, la biodiversità e il buon funzionamento degli ecosistemi anche per prevenire l’insorgere e la diffusione di malattie future.

A tal fine la Commissione europea ha introdotto lo European Green Deal e specifiche azioni tra le quali la nuova strategia dell’UE per la biodiversità per il 2030 e il relativo piano d’azione a lungo termine per la protezione della natura e l’inversione del degrado degli ecosistemi.

L’obiettivo è quello di avviare la biodiversità in Europa su un percorso di recupero entro il 2030 con benefici per le persone, il clima e il pianeta. È anche la proposta per il contributo dell’UE ai prossimi negoziati internazionali sul quadro globale della biodiversità dopo il 2020.

Nel contesto post-COVID, la strategia per la biodiversità mira a costruire la resilienza delle nostre società alle minacce future come l’impatto dei cambiamenti climatici, gli incendi boschivi, l’insicurezza alimentare o l’insorgenza di malattie, anche proteggendo la fauna selvatica e combattendo il commercio illegale di animali selvatici.

Parte fondamentale del Green Deal europeo, la Strategia per la biodiversità sosterrà anche una ripresa verde dopo la pandemia.

La Strategia contiene impegni e azioni specifiche da realizzare entro il 2030, tra cui:

– La creazione di una più ampia rete europea di aree protette a terra e in mare, sulla base delle aree esistenti di Natura 2000, con una rigorosa protezione delle aree ad altissima biodiversità e di valore climatico.

– Un piano di ripristino della natura dell’UE – una serie di impegni e azioni concrete per ripristinare gli ecosistemi degradati in tutta l’UE entro il 2030 e gestirli in modo sostenibile, affrontando le principali cause della perdita di biodiversità.

– Una serie di misure per consentire il necessario cambiamento trasformativo mettendo in moto un nuovo e rafforzato quadro di governance per garantire una migliore attuazione e seguire i progressi, migliorare le conoscenze, i finanziamenti e gli investimenti e rispettare meglio la natura nel processo decisionale pubblico e aziendale.

– Misure per affrontare la sfida globale della biodiversità, dimostrando che l’UE è pronta a dare l’esempio per l’adozione di un ambizioso quadro globale sulla biodiversità nell’ambito della Convenzione sulla diversità biologica.

Ines Caloisi

Fonti 

https://ec.europa.eu/environment/nature/biodiversity/strategy/index_en.htm

https://eur-lex.europa.eu/resource.html?uri=cellar:a3c806a6-9ab3-11ea-9d2d-01aa75ed71a1.0001.02/DOC_1&format=PDF

https://eur-lex.europa.eu/resource.html?uri=cellar:a3c806a6-9ab3-11ea-9d2d-01aa75ed71a1.0001.02/DOC_2&format=PDF

https://ec.europa.eu/info/strategy/priorities-2019-2024/european-green-deal_it

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
EnglishItalian